bozzetto abito Veronica

bozzetto  abito Veronica
bozzetto

abito sposa

abito sposa
pizzo e georgette

venerdì 30 gennaio 2015

VESTITI DEI SOGNI,i costumi del cinema in mostra.

 In questi giorni una mostra fantastica ,per chi si trovasse nella nostra capitale,da non perdere.

A Palazzo Braschi  a Roma abiti da sogno che hanno fatto la storia del cinema Italiano vengono mostrati in tutta la loro bellezza in sottofondo i films ai quali sono appartenuti.


Il Gattopardo di Luchino Visconti,un tuffo nel passato(abiti di sartoria di grande qualità)

L'età dell'innocenza

Guerra e pace con la bellissima Audrey Hepburn

domenica 25 gennaio 2015

Un mestiere


La sarta o il sarto un mestiere che si va perdendo.

Purtroppo come tutti i mestieri artigianali non esiste più un ricambio,i vecchi lasciano e nessuno prende il loro posto sembra che qualcuno cominci  ad accorgersene ora , speriamo non sia troppo tardi.

Spesso si parla della sarta o del sarto come un mestiere umile che certamente non può dare grossi sbocchi,ma non è proprio così.  Il sarto e la sarta richiedono,grosso impegno, è un mestiere che ha bisogno di esperienza,di passione, di inventiva,non s'impara in due giorni ,ma con dedizione e passione è possibile impararlo e impararlo bene .La cosa migliore sarebbe riuscire ad entrare in una sartoria come apprendista, a fianco di un sarto o di una sarta e se vi capitasse di trovare una sarta  disposta ad insegnarvi non pensateci due volte, accettate ,molti ragazzi con in mano un mestiere del genere potrebbero diventare imprenditori di se stessi.Ma esiste anche la possibilità di imparare da soli,non ci sono  musicisti autodidatti?"Si dice hanno orecchio.."

Bisogna avere ingegno essere curiosi, imparare dagli abiti che possediamo scucire l'abbigliamento che non usiamo più,provare ad aggiustarli,si parte da lì. In un certo senso dovremo essere geniali e non dovremo aver paura di rovinare tessuti e abiti da principio capiterà anche quello ,pazienza si dovrà andare avanti.

Immaginate...

Aprire una sartoria nel centro storico della vostra città e lavorare su misura....

Aprire un negozio di vendita sempre in una posizione strategica,poiché l'ubicazione è molto importante,con annesso laboratorio di confezione.......

Oppure se le finanze non lo permettono lavorare per conto terzi,confezionando abiti per fabbriche o negozi ,oppure fare riparazioni......

Certo queste ultime soluzioni,sono meno remunerative delle prime ,ma si può  iniziare  con le riparazioni e migliorare se stessi e con l'esperienza ....

Come si dice da cosa nasce cosa.

venerdì 23 gennaio 2015

diventa stilista marziastylist: Consigli per chi inizia ora ad usare la macchina d...

diventa stilista marziastylist: Consigli per chi inizia ora ad usare la macchina d...: La macchina da cucire viene regolata dalla fabbrica per la cucitura di una stoffa di medio spessore,per i vari tipi di tessuto dobbiamo imp...

Consigli per chi inizia ora ad usare la macchina da cucire

La macchina da cucire viene regolata dalla fabbrica per la cucitura di una stoffa di medio spessore,per i vari tipi di tessuto dobbiamo imparare noi a regolarne la tensione,la tensione del filo superiore si regola da
 questa rotella che è abbastanza simile in tutte le macchine,e la tensione giusta servirà a fare in modo che i due fili si incrocino esattamente al centro. 

L'immagine riporta 3 cuciture: la prima è quella perfetta

infatti i due fili si incontrano nel centro dello spessore del tessuto.

La seconda mostra una cucitura con la tensione inferiore troppo forte o quella superiore troppo debole:il filo della bobina è teso,mentre quello dell'ago attraversa il tessuto.

Allora basterà regolare la tensione superiore sino a che sia ottenuta la tensione giusta e se ciò non si raggiungesse,diminuire la tensione della bobina.

La terza cucitura mostra una cucitura con la tensione superiore troppo forte o quella inferiore troppo debole: il filo dell'ago è teso

mentre quello della bobina attraversa tutto il tessuto.

Allora regolare la tensione dell'ago fino ad ottenere la tensione giusta e se ciò non si raggiungesse,tendere il filo della bobina.

 E' CONSIGLIABILE  MODIFICARE LA TENSIONE DEL FILO  SUPERIORE  PER  AVERE UNA CUCITURA  PERFETTA.

Regoleremo la tensione del filo superiore stringendo o allentando la rotella sopra fotografata girandola di poco,ne l coperchietto ci sono le graduazioni con i numeri(0, 1, 2, 3).

PER REGOLARE LA TENSIONE DEL FILO DALLA BOBINA

Stringeremo o allenteremo la vite della molla di tensione  della bobina(unica vite che troveremo sulla bobina).

MI RIPETO LA TENSIONE DEL FILO DELLA BOBINA NON DEVE ESSERE MODIFICATO TRANNE CHE IN CASI ECCEZIONALI.

Vi raccomando di impiegare aghi e filati in relazione al lavoro da eseguire e per aiutarvi vi regalo questa tabella :

                                                                                                            

N.grossezza ago              | GENERE LAVORO|           filato cotone

                                                                                        lino e seta

norm.| singer| americano|                                  |                                  

  70           10                  0,7             tess. sottili tele battista tulle              cotone 100-150                                                                       tele di lino finissima,ecc..                     seta 30

80             12                   B              Biancheria fine,articoli di seta                cotone 80-100
                                                       tela di lino fine,ecc..                                seta 24-30

90            14                 1/2             Biancheria usuale, lenzuola,                    cotone 60-80
                                                     tessuti di lana sottile ecc..                          seta 20

100          16                  1               Confezioni in genere,tessuti di               cotone  40-60
                                                     lana di medio spessore                           seta      16-18

110          18                  2              Confezioni uomo,lana pesante                cotone  30-40
                                                                                                                  seta     10-16

120         20                  3           Mantelli pastrani lana pesante,               cotone  24-30
                                                   vestiari invernali,                                    seta      60-80

130        21                   4             Abiti pesanti e grossolani                        cotone   10-24
140       22                   5                                                                            lino      40-60
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- IMPORTANTE REGOLARE IL PUNTO ,TESSUTI SOTTILI PUNTI PICCOLI TESSUTI PESANTI  PUNTI PIU' GRANDI.IMPORTANTE FERMARE LE CUCITURE SIA ALL'INIZIO CHE ALLA FINE CON UN PASSAGGIO AVANTI E UN INDIETRO.
QUANDO CUCIAMO NON DOBBIAMO MAI TIRARE IL TESSUTO,LA MACCHINA TRASPORTA DA SE' IL LAVORO. SE TIRIAMO LA STOFFA RISCHIAMO DI ROMPERE L'AGO,DOBBIAMO ACCOMPAGNARE IL TESSUTO CON TUTTE DUE LE MANI.

Il salto del punto è dovuto di solito all'ago curvato o spuntato,dobbiamo assicurarci che sia sempre a posto.Se il filo dell'ago si rompe le cause possono essere:

ago spuntato o curvo o con il foro non in linea(montato male)oppure può essre un ago di cattiva qualità.
Infilatura sbagliata.
Tensione troppo forte.
Filo troppo spesso in proporzione all'ago.
Molla tirafilo rotta o bloccata.

Se si rompe il filo della bobina:

Tensione troppo forte
Sporcizia nella scatola della bobina che impedisce alla bobina di girare regolarmente.
Aggrinzarsi del tessuto dipende dall'irregolarità delle tensioni (si devono regolare).
Il verificarsi di punti  di cappio è dovuto alle tensioni irregolari(si devono regolare)

   

domenica 18 gennaio 2015

venerdì 16 gennaio 2015

domenica 11 gennaio 2015

diventa stilista marziastylist: MARY QUANT

diventa stilista marziastylist: MARY QUANT: immagine presa da wikipedia Tornando alla minigonna,questa ragazza dal nome Mary Quant un po' ribelle che ama vestire con gonne cor...

MARY QUANT

immagine presa da wikipedia

Tornando alla minigonna,questa ragazza dal nome Mary Quant un po' ribelle che ama vestire con gonne corte e stivaletti inizia il suo percorso come stilista comprando una casa e aprendo una boutique ,BAZAR,sopra lo scantinato che lei e il suo ragazzo trasformeranno in ristorante .Tutto questo viene realizzato grazie ad una eredità di cui entra in possesso il giovane Alexander Plunkett Greene il ragazzo di Mary, dapprima i londinesi ridono delle sue idee strane ma poi incuriositi si avvicinano alla sua boutique anche le star, le attrici ,il primo mondo che viene attratto è quello dei giovani,che avevano voglia di trasgredire ;erano gli anni del boom economico,ed era il periodo dei BEETLES dei capelli lunghi sui ragazzi e delle ragazze con il caschetto si parla del lontano 1955. Mary Quant era una ragazza che possedeva talento,aveva la testa sulle spalle;  lei e il suo ragazzo hanno saputo investire un eredità che magari altri avrebbero sperperato,ma la fortuna ha aiutato Mary con quel gruzzolo di denaro,nella vita non occorre solo il talento occorre un po' di fortuna ,e la fortuna  è fatta di persone incontrate nel momento giusto e di denaro,naturalmente, la salute senza quest'ultima non si corre da nessuna parte.Mary aprirà in seguito tanti altri negozi in tutta europa ed in America e non si limiterà ad interessarsi solo di abiti ,ma espanderà la sua creatività nei cosmetici e nell'arredamento.

domenica 4 gennaio 2015

Il tessuto da usare

ENTRA IN http://fashionfrozen.com/sartoria/tessuti-estivi OPPURE IN

 http://fashionfrozen.com/sartoria/tessuti-invernali 

Imparerai a riconoscere i tessuti.

Ritornando al post precedente, io per l'abito disegnato avrei pensato di utilizzare un tessuto damascato in seta per il corpino. Il colletto in pizzo formato da tante piegoline cucite che fuoriesce dal corpino .

Mentre per la gonna, un taffetà sempre in seta ,naturalmente come colore per una sposa classica  l'avorio sarà perfetto ,ma un rosa antico lo renderebbe ancora più particolare.

Il modello può,trasformarsi in abito da sera ,solo cambiando il colore.

sabato 3 gennaio 2015

diventa stilista marziastylist: Abito petali

diventa stilista marziastylist: Abito petali: Immaginate l 'abito da  sposa di un colore avorio oppure di un colore rosa antico o ancora;   togliete il velo e immaginatelo di un ...

venerdì 2 gennaio 2015

Abito petali

Immaginate l 'abito da sposa di un colore avorio oppure di un colore rosa antico o ancora; togliete il velo e immaginatelo di un colore nero o rosso .

Poi fate un esercizio: pensate quale tessuto usare .  Per la gonna è meglio un tessuto prezioso e maestoso,un po' rigido ,perché la gonna deve restare  gonfia.

Sono piccoli indizi per capire il tessuto che dovrebbe essere usato. Provate  voi a scegliere un tessuto adatto. 

Nel prossimo post  descriverò quest'abito come io l'ho pensato.

Cerca nel blog

abito luce

abito luce
raso e cristalli